LARES

passione, dedizione,

sapere, esperienza

unipc15.png

attività/diffusione della cultura di protezione civile

Sicura/Mente è un progetto sperimentale di educazione e orientamento alla cultura della protezione civile, della sicurezza e dell’autoprotezione dai rischi. Il Progetto è finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento della Protezione Civile e si inserisce tra le attività di interesse per la formazione dei cittadini.
 
I destinatari del progetto Sicura/Mente sono proprio gli studenti delle Scuole secondarie di secondo grado e dell’Università ai quali si intende proporre un percorso formativo che gli consenta, oltre che migliorare la propria conoscenza del territorio e dei suoi rischi, di accrescere in loro percezioni, motivazioni, conoscenze e competenze.
 
Per perseguire in maniera efficace tale processo, il progetto Sicura/Mente prevede di inserirsi operativamente all'interno degli stessi ambiti nei quali si svolge quotidianamente la vita educativa dei giovani, quindi Scuole e Università e tutto ciò che ad essi è riferibile.
Io non rischio è una campagna di comunicazione nazionale sulle buone pratiche di protezione civile promossa e realizzata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Protezione Civile, ANPAS (Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze), INGV (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia), e RELUIS (Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica).
 
Ma ancora prima di questo, Io non rischio è un proposito, un’esortazione che va presa alla lettera. L’Italia è un paese esposto a molti rischi naturali, e questo è un fatto. Ma è altrettanto vero che l’esposizione individuale a questi rischi può essere sensibilmente ridotta attraverso la conoscenza del problema, la consapevolezza delle possibili conseguenze e l’adozione di alcuni semplici accorgimenti. E attraverso conoscenza, consapevolezza e buone pratiche poter dire, appunto: “io non rischio”.
 
Io non rischio è anche lo slogan della campagna, il cappello sotto il quale ogni rischio viene illustrato e raccontato ai cittadini insieme alle buone pratiche per minimizzarne l’impatto su persone e cose. E in questo caso il termine slogan, che in gaelico significa “grido di battaglia”, è particolarmente appropriato: è la pacifica battaglia che ciascuno di noi è chiamato a condurre per la diffusione di una consapevolezza che può contribuire a farci stare più sicuri.
 
LARES per l'anno 2017 è stata presente in sei piazze italiane: Perugia, Firenze, Lodi, Milano, Verona e Benevento.
Per l'anno 2018 è stata presente in 3 Piazze: Foligno, Firenze e Milano.
La mostra itinerante “Terremoti d’Italia”, promossa dal Dipartimento della Protezione Civile, ci invita a conoscere da vicino uno dei rischi naturali che più interessa il nostro Paese in termini di diffusione: il rischio sismico.

Solo nel secolo scorso, in Italia, sono stati ben 60 i terremoti che hanno provocato danni. Venti di questi hanno avuto effetti distruttivi tali da causare la morte di 120 mila persone, oltre che la devastazione di interi centri urbani e la paralisi delle attività produttive nelle aree colpite. Oggi sappiamo che quasi la metà del nostro Paese è soggetta a elevata pericolosità sismica e che in questa vasta porzione di territorio vive il 40 per cento della popolazione.

“Terremoti d’Italia” punta a stimolare i cittadini, in particolare i più giovani, a un ruolo attivo nel campo della prevenzione. Attraverso la memoria degli eventi sismici del passato e la conoscenza del fenomeno fisico, degli strumenti utilizzati per misurarne la forza, dei comportamenti da adottare in situazioni di rischio, delle soluzioni tecnologiche grazie alle quali è possibile ridurre la vulnerabilità delle costruzioni. Ma anche attraverso l’esperienza diretta. Due spettacolari tavole vibranti, appositamente progettate per simulare il movimento sismico, permettono ai visitatori di vivere in sicurezza l’esperienza del terremoto e di osservarne da vicino gli effetti.

La mostra affronta i vari temi con un linguaggio semplice e una vasta tipologia di contenuti espositivi: documenti, fotografie, video, strumenti di misura di epoche diverse, dispositivi antisismici realizzati sulla base delle più recenti tecnologie. Grazie poi alla collaborazione di archivi, biblioteche, enti pubblici e privati, ogni tappa si arricchisce di exhibit inediti, che illustrano le caratteristiche del rischio sismico nel territorio specifico. Per i più giovani, inoltre, la possibilità di un percorso guidato da educatori esperti e basato sull’interazione con strumenti-gioco. Apprendimento multidisciplinare e approccio partecipativo sono le caratteristiche che rendono “Terremoti d’Italia” una mostra per tutti.

Café in Europe

L'obiettivo del progetto "CAFE’ in Europe, Sensibilizzazione Civica degli adulti in Europa" (510723-LLP-1-2010-1-IT-GRUNDTVIG-GMP) è stato quello di individuare una metodologia europea nell'educazione degli adulti su tematiche relative alla tutela della vita e la salvaguardia del patrimonio culturale e naturale da rischi di origine antropica e ambientale.
 
Il progetto mirava ad aumentare la coscienza civica e la consapevolezza personale riguardo ai comportamenti da adottare in particolari situazioni di emergenza attraverso l'organizzazione di corsi di formazione, gruppi di lavoro, seminari, incontri tematici, attività esperienziali, forum permanenti ed internazionali. I risultati ottenuti hanno permesso di assicurare allo studente senior, in quanto cellula fondamentale della comunità, un miglioramento della propria sicurezza e delle persone intorno a lui.
 
L’idea è nata dalla convinzione che la seconda e la terza età rappresentano un momento della vita durante il quale il soggetto, meno pressato dagli oneri della vita professionale e familiare, possa ancora ricoprire un ruolo attivo all’interno della società. L’anziano o l’adulto in pensione partecipano molto più frequentemente, rispetto agli altri membri della comunità, alla vita quotidiana della propria città. Diventa così fondamentale educare questa fascia di età della popolazione riguardo alle tematiche relative alla conoscenza del territorio, alla previsione e prevenzione dei rischi e al soccorso.

LARES Italia / Unione Nazione Laureati Esperti in Protezione Civile

* Materiale fotografico a cura dei Soci LARES e per gentile concessione del Dipartimento della Protezione Civile

 

  • YouTube Classic
  • Facebook Classic
  • Instagram Classic
  • Twitter Classic
  • LinkedIn Icona sociale

Follow us:

  • YouTube Classic
  • Facebook Classic
  • Instagram Classic
  • Twitter Classic
  • LinkedIn Icona sociale
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now