LARES Italia / Unione Nazione Laureati Esperti in Protezione Civile

* Materiale fotografico a cura dei Soci LARES e per gentile concessione del Dipartimento della Protezione Civile

 

  • YouTube Classic
  • Facebook Classic
  • Instagram Classic
  • Twitter Classic
  • LinkedIn Icona sociale

Follow us:

  • YouTube Classic
  • Facebook Classic
  • Instagram Classic
  • Twitter Classic
  • LinkedIn Icona sociale

Mostra "Terremoti d'Italia"

La mostra itinerante “Terremoti d’Italia”, promossa dal Dipartimento della Protezione Civile, ci invita a conoscere da vicino uno dei rischi naturali che più interessa il nostro Paese in termini di diffusione: il rischio sismico.

Solo nel secolo scorso, in Italia, sono stati ben 60 i terremoti che hanno provocato danni gravi. Venti di questi hanno avuto effetti distruttivi tali da causare la morte di 120 mila persone, oltre che la devastazione di interi centri urbani e la paralisi delle attività produttive nelle aree colpite. Oggi sappiamo che quasi la metà del nostro Paese è soggetta a elevata pericolosità sismica e che in questa vasta porzione di territorio vive il 40 per cento della popolazione.

“Terremoti d’Italia” punta a stimolare i cittadini, in particolare i più giovani, a un ruolo attivo nel campo della prevenzione. Attraverso la memoria degli eventi sismici del passato e la conoscenza del fenomeno fisico, degli strumenti utilizzati per misurarne la forza, dei comportamenti da adottare in situazioni di rischio, delle soluzioni tecnologiche grazie alle quali è possibile ridurre la vulnerabilità delle costruzioni. Ma anche attraverso l’esperienza diretta. Due spettacolari tavole vibranti, appositamente progettate per simulare il movimento sismico, permettono ai visitatori di vivere in sicurezza l’esperienza del terremoto e di osservarne da vicino gli effetti.

La mostra affronta i vari temi con un linguaggio semplice e una vasta tipologia di contenuti espositivi: documenti, fotografie, video, strumenti di misura di epoche diverse, dispositivi antisismici realizzati sulla base delle più recenti tecnologie. Grazie poi alla collaborazione di archivi, biblioteche, enti pubblici e privati, ogni tappa si arricchisce di exhibit inediti, che illustrano le caratteristiche del rischio sismico nel territorio specifico. Per i più giovani, inoltre, la possibilità di un percorso guidato da educatori esperti e basato sull’interazione con strumenti-gioco. Apprendimento multidisciplinare e approccio partecipativo sono le caratteristiche che rendono “Terremoti d’Italia” una mostra per tutti.
LARES partecipa alla mostra itinerante “Terremoti d’Italia” sin dal suo avvio nel 2007 a Foligno, in occasione dell’anniversario del decennale del terremoto che colpì l’Umbria e le Marche.
 
I tutor di LARES si occupano del corretto funzionamento dei simulatori, svolgono attività di divulgazione sui contenuti della mostra e partecipano, in supporto al Dipartimento della Protezione Civile, anche alle attività logistiche e organizzative inerenti la mostra “Terremoti d’Italia”.
 
A seguire sono riportate le tappe della mostra dal 2007 a oggi, partendo dalle più recenti:
 
  1. Messina (ME) - Palazzo della Cultura, Viale Boccetta 343. Inaugurata in occasione del centodecimo anniversario del Terremoto di Messina e Reggio Calabria del 1908. Dal 8 al 26 gennaio 2019.
  2. Roma - European Forum For Disaster Risk Reduction,  dal 21 al 23  novembre 2018
  3. Aosta (AO) – Espace Aosta, in via Lavoratori Vittime del Col du Mont, 15 - Nell’ambito del progetto RISVAL – Programma Interreg VA Italia Francia – ALCOTRA 2014-2020 - Evento Organizzato dalla Regione Valle d'Aosta.
  4. Crispiano (Taranto) - Istituto comprensivo F. Severi: dal 19 aprile al 20 maggio 2018.
  5. Rende (Cosenza), Museo del Presente, nell'ambito della manifestazione “La Calabria che si muove”: dal 21 febbraio al 21 marzo 2015.
  6. Longarone (Belluno), complesso fieristico, nell'ambito dell'anniversario per i 50 anni dal disastro del Vajont: dal 13 ottobre al 14 ottobre 2013.
  7. Catania, complesso fieristico "Le Ciminiere", nell'ambito nel "Mese della cultura della prevenzione": dall'11 gennaio al 6 febbraio 2013.
  8. Roma, Fiera di Roma, nell'ambito del IV Salone della Giustizia: dal 29 novembre all'1 dicembre 2012.
  9. Pesaro, Palazzo Ducale, nell'ambito della manifestazione "Pesaro e il terremoto": dal 10 al 23 maggio 2012.
  10. Napoli, Città della Scienza, nell’ambito della manifestazione “Futuro Remoto”: dal 10 novembre 2011 al 31 gennaio 2012.
  11. Frosinone, Villa Comunale, nell’ambito della manifestazione “Le giornate della scienza”: dal 19 al 30 ottobre 2011.
  12. Roma, Biblioteca Nazionale Centrale: dall’1 al 14 ottobre 2011.
  13. Torino, Lingotto Fiere, nell’ambito della manifestazione “Protec 2011”: dal 30 giugno al 2 luglio 2011 (solo Stanza sismica e dispositivi antisismici).
  14. Benevento, Piazza Roma: dal 12 al 30 novembre 2010.
  15. Mosca, All-Russia Exhibition Centre, nell’ambito della mostra “International Safety and Security Exhibition 2010”: dal 18 al 21 maggio 2010 (solo Stanza sismica e dispositivi antisismici).
  16. Pompei (Napoli), Scavi archeologici, piazza Anfiteatro, nell’ambito della mostra “Pompei e il Vesuvio, scienza, conoscenza ed esperienza”: dal 30 marzo al 29 aprile 2010 (solo Stanza sismica e dispositivi antisismici).
  17. Milano, Fiera di Milano, nell’ambito della manifestazione “Milano Architettura Design Edilizia”: dal 3 al 6 febbraio 2010 (solo Stanza sismica e dispositivi antisismici).
  18. Bruxelles, Rond Point Schuman, nell’ambito del “Forum Europeo della Protezione Civile”: 25 e 26 novembre 2009 (solo Stanza sismica e dispositivi antisismici).
  19. Genova, Molo del Porto Antico, ex Magazzini del Cotone, nell’ambito della manifestazione “Festival della Scienza”: dal 23 ottobre all’1 novembre 2009 (solo Stanza sismica e dispositivi antisismici).
  20. L’Aquila, Scuola della Guardia di Finanza di Coppito, nell’ambito della mostra “Before, immediately, tomorrow”: dall’8 luglio al 6 ottobre 2009.
  21. Codroipo (Udine), Villa Manin: dal 21 aprile al 2 giugno 2009.
  22. Napoli, Università Federico II: dal 7 marzo al 4 aprile 2009.
  23. Messina, Teatro Vittorio Emanuele II: dal 27 dicembre 2008 all’8 febbraio 2009.
  24. Santa Sofia (Forlì Cesena), Piazzale Carlo Marx, nell’ambito della manifestazione “La memoria per costruire il futuro”: dal 13 al 24 novembre 2008.
  25. Tolve (Potenza), Scuola elementare “O. Albanese”: dal 18 al 24 luglio 2008 (solo Stanza sismica).
  26. Roma, Complesso del Vittoriano: dal 28 marzo al 27 aprile 2008.
  27. Gibellina (Trapani), Museo Civico d’Arte Contemporanea: dal 31 gennaio al 15 marzo 2008.
  28. Ancona, Università Politecnica delle Marche: dal 5 dicembre 2007 all’11 gennaio 2008.
  29. Foligno (Perugia), Palazzo Trinci: dal 27 settembre al 18 novembre 2007.
Segui gli aggiornament sui nostri social attraverso gli hashtag: #TerremotiItalia  #MostraTerremotiItalia
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now